10.3.16

FOGRA 39 ? addio ... sono arrivati FOGRA 51 e 52


Vi ricordate questo post del 2012, dove parlavo dell'utilizzo dei profili ICC FOGRA ?

Bene, ora volete farmi credere che siete rimasti fermi al FOGRA39 ???

Vi ho lasciato un po di tempo per farvi "acclimatare", ma ormai (già da Settembre 2015) i nuovi standard FOGRA51 e FOGRA52 hanno soppiantato rispettivamente i vecchi FOGRA39 e FOGRA47 (ex FOGRA29).

La domanda nasce spontanea; cosa cambia dal vecchio FOGRA39 al nuovo FOGRA51 ?

Il profilo ICC FOGRA51 nasce dalla caratterizzazione FOGRA fatta applicando la norma ISO 12647-2:2013 Print Condition 1 / Print Substrate 1. Confrontando i due spazi colore possiamo notare come il nuovo FOGRA51 sia più ampio rispetto al FOGRA39, soprattutto nei toni blu-magenta. Durate la conversione RGB->CMYK, l'uso di uno spazio colore più ampio vi consente di perdere meno informazioni-colore. (Nel grafico sottostante FOGRA51 è trasparente, FOGRA39 è colorato)




Cosa cambia dal vecchio FOGRA29 al nuovo FOGRA52 ?
Il profilo ICC FOGRA52 nasce dalla caratterizzazione FOGRA fatta applicando la norma ISO 12647-2:2013 Print Condition 5 / Print Substrate 5. Confrontando i due spazi colore possiamo notare come il nuovo FOGRA52 sia molto più ampio in ogni direzione rispetto al FOGRA29. Durate la conversione RGB->CMYK, l'uso di uno spazio colore più ampio vi consente di perdere meno informazioni-colore. (Nel grafico sottostante FOGRA52 è trasparente, FOGRA29 è colorato)



Riassumendo:
  • Gamut più ampi per le stampe su carta patinata ed usomano
  • Minore perdita di informazioni-colore nella conversione RGB->CMYK
  • Risultati in stampa più vivaci/colorati
  • Utilizzando questi due nuovi profili ICC sarete perfettamente allineati alle direttive e condizioni di stampa ISO 12647-2:2013
Se le motivazioni che ho appena elencato non vi sembrano sufficientemente valide per passare ai nuovi profili, bhè... continuate pure ad usare i vecchi profili FOGRA, tanto, chi volete che si accorga della devastante perdita di informazioni applicata alle vostre conversioni colore ?!??  ;-)

P.S. Ricordatevi che ECI, oltre a fornire i profili ICC per le Printing Condition, suggerisce anche l'utilizzo del profilo eciRGBv2 per lo spazio colore RGB, sensibilmente più ampio rispetto al classico AdobeRGB. (Nel grafico sottostante eciRGB è trasparente, AdobeRGB è colorato)



Maggiori informazioni al link ufficiale ECI:
http://www.eci.org/en/colorstandards/offset

Potete scaricare i dati di caratterizzazione FOGRA da questa pagina:
http://www.fogra.org/index.php?menuid=316&reporeid=225&getlang=en

Ed i relativi profili ICC da questa:
http://www.eci.org/en/downloads

Ah, quasi dimenticavo, se vi state chiedendo come aggiungere al vostro sistema i profili colore che avete appena scaricato, basta leggere qui:
http://help.adobe.com/it_IT/creativesuite/cs/using/WSBB0A8512-8151-408c-9F79-4A9E9E3BA84C.html#WS94C62C5A-A690-4fbf-B5D5-D6226A314F69

Infine non dimenticate di impostare gli spazi di lavoro nella vostra suite Adobe (cmd+shift+k):
http://help.adobe.com/it_IT/creativesuite/cs/using/WS6A727430-9717-42df-B578-C0AC705C54F0.html

Buona gestione del colore.

2 commenti:

Dany ha detto...

Ma gli stampatori poi si adatteranno a questo nuovo standard? Quanti lo faranno?
Qualcuno si è mai preso la briga di verificare anche a grandi linee in quali condizioni e quale profilo colore più si avvicina alle condizioni reali degli stampatori in Italia?

Mauro Lussignoli ha detto...

Ciao Dany,
l'associazione italiana che detta le linee guida per gli stampatori italiani è TAGA e, se sei interessata, puoi partecipare anche tu alla stesura delle linee guida.
Leggi qui:
http://us3.campaign-archive1.com/?u=9b6ecb05bf7354123b7caa064&id=5ec50bbc3b&e=2a06f2ed5a