26.2.10

Quando si tratta di Imposizione... (flexo)

...e poi, come dimenticare la flexo?

!Pandoro!

Disponibile solo su piattaforma Mac.


voi quale preferite?

25.2.10

Quando si tratta di Imposizione... (2)

Grazie alle vostre segnalazioni aggiornato il post di ieri.

24.2.10

Quando si tratta di Imposizione...

Di seguito un elenco delle soluzione d'imposizione più conosciute.

!Prappa!

!Ullallà!

Installato quasi inesistente in Italia, è il primo competitor di UpFront. Ottime capacità di gestione pieghe. Ottima integrazione JDF. Disponibile solo su piattaforma PC.

Fastimpose
Il suo punto di forza è la semplicità nella gestione delle pieghe, dalle più semplici alle più articolate. Disponibile solo su piattaforma PC.


Signastation
E' il concorrente storico di Preps, ad oggi il divario di caratteristiche fra le due piattaforme, solitamente appannaggio di Signa, si è annullato, protendendo decisamente a favore di Preps. Disponibile sia su piattaforma Mac che PC.



Quite Impose
Essenzialmente è un Plug-in di Acrobat per la gestione di semplici imposizioni. Il suo punto di forza è il basso costo. Disponibile sia su Mac che su PC.


Disponibile sia su piattaforme Mac che PC.


Disponibile sia su piattaforme Mac che PC.


Disponibile sia su piattaforme Mac che PC.

Voi quale preferite? e perchè?

22.2.10

Per non dimenticare la Linotipia Italiana



Citandone il titolo: «l'arte di fondere i pensieri in piombo».
Grazie a Giorgio Coraglia un bel sito per tutti i Linotipisti d' Italia...

http://www.linotipia.it/

Buona navigazione.

18.2.10

Techno Solutions



Techo Solutions è un distributore di soluzioni prepress e publishing orientato a rivenditori specializzati. Sulle loro pagine troverete un ampio portafoglio di prodotti legati al mondo della prestampa (purtroppo solo pochi di Kodak; Preps e Pandora).

Ho apprezato gli articoli estratti da Rassegna Grafica, liberamente consultabili:
http://www.technosolutions.it/Rassegna-Grafica.cfm


Buona lettura.

16.2.10

Certificazione cmyQ di TÜV Italia



Quando si parla di certificazione la sigla TÜV è essa stessa sinonimo di affidabilità, presente sul nostro territorio dal 1987 con 9 sedi dislocate in città diverse, esercita in svariati campi dal medicale all'eolico, garantendo la serietà che richiede un processo altamente tecnico come è quello della certificazione. Non spenderei quindi molte parole per presentare questo ente. Se proprio non lo conoscete, cliccate sul link qui sotto e guardate il video di presentazione disponibile sul loro sito:
http://www.tuv.it/tuvItalia/chiSiamo.asp

Nello specifico TÜV Italia certifica anche il processo produttivo della stampa offset in tutte le sue parti; dalla gestione dei files in prestampa fino ad arrivare al prodotto finito, tutto secondo specifica ISO12647.

Quindi, se state cercando una certificazione duratura, affidabile, di qualità, non dovete fare altro che seguire il link ufficiale:
http://www.cmyq.it

Buone certificazione.

1.2.10

2010, JDF ... ci siamo!



Anche in questo neonato 2010 che non si prospetta dei più rosei, dopo essersi lasciato alle spalle un anno travagliato un pò per tutti, Lorini, come da sua abitudine, non smette mai di stupirci. In passato si è già dimostrato essere uno dei rari stampatori Italiani abili nell'utilizzo del retino ©Staccato 10 micron, ora vuole scuoterci con una nuova chicca.

Finalmente, dopo anni di discorsi accademici relativi all'integrazione JDF, alla connettività JDF, ai software JDF, alle macchine JDF ... bene, oggi possiamo dire che il nuovo case-history Italiano d'mplementazione JDF si chiama Lorini Artigrafiche.

I tasselli che compongono il puzzle sono:

Una breve descrizione del flusso:
  • L'ufficio tecnico appronta una commessa di lavoro nel MIS e la sottopone al cliente
  • Ad approvazione ricevuta, la medesima commessa appare sia su Prinergy (prestampa) che sul Logotronic (stampa), la commessa in Prinergy contiene già il timone del lavoro e la caduta macchina con tanto di crocini, generata usando gli stripping-parameters del MIS
  • Prinergy si occupa di tutta la parte di prestampa
    • ricezione dei files dal cliente in via tradizionale o via web (usando Insite)
    • preflight del lavoro e correzione automatica delle problematiche più diffuse
    • cianografica digitale, hard-proofing e soft-proofing del lavoro
    • imposizione automatica del lavoro
    • anteprima in alta risoluzione dell'uscita retinata (VPS)
    • automatismi vari ed eventuali (RBA)
  • L'integrazione JDF/JMF permette di monitorare in tempo reale il procedere della commessa di lavoro anche sul lato MIS; si vedono l'arrivo delle pagine, i processi già effettuati, le uscite fatte in cianografica od in lastra etc.
  • Nello stesso momento in cui Prinergy invia le lastre al CTP, vengono creati i files CIP3 di inchiostrazione automatica dei calamai ed inviati al Logotronic
  • Infine lo stampatore riceve sul banco macchina quanto segue
    • la commessa di lavorazione digitale
    • le lastre stampa preparate dal CTP
    • l'inchiostrazione automatica dei calamai ed i settaggi di bagnatura
  • Durante tutto il ciclo di vita della commessa, le varie componenti JDF la popolano con i dati relativi alla produzione

Se siete arrivati a leggere fin qui, bhe... avrete sicuramente realizzato il valore aggiunto generato da un'integrazione di questo tipo, calata nella realtà produttiva quotidiana.
In un mercato nel quale i margini di guadagno così come i tempi di consegna, si fanno sempre più stretti, l'immediatezza del dato, al pari della sua esattezza si rivela essere un elemento fondamentale e necessario all'ottenimento di un consuntivo rapido ed affidabile.
La possibilità o meno di analizzare questi dati in tempo reale, è una discriminante cruciale per portare alla chiusura positiva o negativa di ogni budget aziendale.

Non è più tempo d'aspettare 15 giorni per accorgersi se un lavoro ha reso od è andato in perdita... be smart, be cool, be JDF!

Buona integrazione.