5.10.12

Meglio densitometro o spettrofotometro ? - come verificare quotidianamente lo stampato


Riflettendo un attimo sull'importanza delle misurazioni in macchina da stampa, è doveroso sottolineare come la misura densitometrica sia insita negli spettrofotometri.

Come egregiamente descritto dal prof. Boscarol in questo articolo datato 2006 (http://boscarol.com/pages/italiagrafica/euroscala.pdf), il lavoro svolto da un densitometro può essere tranquillamente attuato da uno spettrofotometro. Citando l'articolo:
"Quindi in un certo senso la misura di densità è compresa in quella colorimetrica,e in pratica questo significa che con uno spettrofotometro si può misurare sia la densità sia la cromaticità (conseguenza: il densitometro non serve)."
allora non dovete più usare il densitometro ? ... calma, un attimo, andiamo avanti nella lettura ...
"Dunque le misure di densità non si devono più fare? No, la densità in realtà è molto utile per controllare la stampa una volta che è stata scelta una combinazione di inchiostri e carta. Per calibrare e caratterizzare una macchina da stampa è invece necessario uno spettrofotometro, che può catturare anche le differenze di cromaticità, che un densitometro «non può vedere»."
In pratica. Se ne avete la possibilità acquistate sia uno spettrofotometro che un densitometro. Il primo verrà utilizzato per calibrare le prove colore e caratterizzare la macchina da stampa. Il secondo verrà usato quotidianamente, a caratterizzazione ultimata, per verificare la stabilità della produzione.

Nel caso in cui invece vogliate investire in un solo strumento, è assolutamente raccomandato l'acquisto di uno spettrofotometro.

Buona calibrazione.

9 commenti:

DoZ ha detto...

ciao Mauro,
conosci qualche risorsa online (guida, tutorial, ...) che spiega come usare un densitometro per ricavarsi una curva di compensazione da applicare ad una macchina da stampa?
Io mi perdo nelle troppe funzioni del densitometro del macchinista, e alla fine non so quale usare!

DoZ ha detto...

Mi correggo: scopro leggendo l'articolo di Boscarol che hai linkato che quello che credevo un densitomentro è invece uno spettrofotometro, per la precisione il primo che si vede nella quarta pagina di quel pdf! ...ma la mia domanda resta.

Mauro Lussignoli ha detto...

Ciao DoZ,
quindi il tuo cliente ha un buon caro vecchio Gretag D19C ? E' uno strumento un po datato ma sempre affidabile.

Facciamo un distinguo:
1-Se vuoi fare solo la curva di compensazione per correggere lo schiacciamento, il manuale esiste eccome... è il mio manuale che puoi scaricare da qui http://www.maurolussignoli.it/documenti.htm.
Si chiama "Curve_Harmony_Offset_161.pdf", il documento fa riferimento al software Harmony, ma i concetti lì spiegati sono univici per ogni software e per ogni macchina da stampa.
Le funzioni da usare nello strumento sono la lettura delle densità e della percentuale di punto.
Se lo strumento te lo permette è meglio leggere i pieni in Lab e non in densità.

2-Se voi fare una caratterizzazione della macchina da stampa (ossia creare un suo profilo ICC) la questione è un attimino più complessa, ma puoi iniziare a leggere questo: http://artigrafiche.maurolussignoli.it/2013/09/la-calibrazione-di-una-macchina-da.html

Mauro Lussignoli ha detto...

@DoZ: se invece stai cercando una guida su come impostare lo strumento, bhè ... la domanda non ha molto senso, in quanto ogni strumento ha il suo manuale (che di solito puoi scaricare come PDF dal sito del produttore).

Per farti una similitudine: è come usare diverse autoradio, fanno più o meno tutte la stessa cosa, ma ognuna usa dei comandi diversi per funzionare. Non puoi usare un manuale generico, devi andarti a leggere il manuale specifico di quell'autoradio.

Tieni solo conto che devi impostare lo strumento per leggere il valore che ti serve per generare la tua curva; densità dell'inchiostro, percentuale di punto o valori Lab sei tu a decidere cosa stai misurando.

Mauro Lussignoli ha detto...

@DoZ: p.s. il Gretag D19C è un densitometro, lo strumento in quarta pagina dell'articolo è invece uno spettrofotometro Gretag Spectro Eye,

DoZ ha detto...

In effetti in azienda c'è il buon caro vecchio Gretag D19C!
:)
Il mio problema era soprattutto che non so come usarlo per ricavarmi i dati che mi servono da inserire nel software per la generazione delle curve.
Grazie Mauro per le risposte!

Anonimo ha detto...

BUONGIORNO, HO UN DENSITOMETRO A TRASMISSIONE GRETAG D 200-II CHE IL MACCHINISTA NON HA MAI USATO QUINDI VORREI VENDERLO.
SAPETE DIRMI A QUANTO LO POTRI VENDERE E A CHI RIVOLGERMI? GRAZIE

Mauro Lussignoli ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Mauro Lussignoli ha detto...

Prova su eBay e similari. Ciao.