15.7.08

La sicurezza dei dati



Energio mi rammenta che spesso sottovalutiamo la durata nel tempo dei nostri dati memorizzati su dispositivi di archiviazione di massa ... e non e' il solo, ecco un altro paio di esempi:

http://www.laterza.it/bibliotecheinrete/Cap09/Cap09_10.htm
http://www.apogeonline.com/webzine/2003/12/11/01/200312110101

Assodato quindi che i dati salvati su CD difficilmente sopravviveranno al passare di un lustro, possiamo sperare in altri supporti digitali?
La risposta e' si... ci sono supporti definiti "professionali" garantiti anche fino a 50 anni; per farvi un idea date un occhiata al seguente catalogo:

http://www.sony.it/res/attachment/file/22/1172517863422.pdf

"Ma ... passati i 50 anni? poi che possiamo fare?!???"
Non resta che il riversamento dei dati su un nuovo supporto che, sicuramente, sara' stato inverosimilmente migliorato nel trascorrere di quei 50 anni!

... oppure ... oppure NON usare dei supporti di archiviazione statici, ma dinamici!
Provate a pensarci un attimo... invece di registrare le nostre fotografie e le nostre canzoni preferite su CD ... non sarebbe piu' bello ed efficiente averle sempre a portata di mano? ossia sempre disponibili sul nostro Hard Disk In Rete?!!?
(lo stesso concetto vale per le commesse di lavoro gia' stampate)

La soluzione sta nel Clustering.
Vi siete mai chiesti come facciano grandi gruppi come le banche oppure famosissimi servizi in rete (Google, Flickr, Wikipedia etc.) a garantire nel tempo la durata dei dati affidati ai loro servizi?

Certo, stiamo parlando di soluzioni oltre la portata dell'utente consumer, ma sicuramente nelle possibilita' del medio-grande stampatore.
Le soluzioni offerte da Kodak sono le tecnologie ISILON, vedi qui:

http://www.isilon.com/pdfs/solutions/01_clustered_computing_v5.pdf

"Si... ok ma al singolo utente che non puo' permettesi queste tecnologie cosa resta da fare?"
Bhe ... ragazzi ... per tutti gli altri ... non resta che sfruttare gli investimenti gia' fatti da Google, Flickr e soci! ;-)

Buona archiviazione.

5 commenti:

energio ha detto...

Clustering delegato! esattamente come avevo in mente io, da utente finale, anche se devo ammettere che sono un po' in ritardo con l'archiviazione ;)

ML ha detto...

Come Volevasi Dimostrare... Memopal.

fonte: iMaccanici

Larsenio Lupin III ha detto...

Bé da me abbiamo 2 scaffali pieni di CD archiviati sin dal primo masterizzatore CD uscito in italia.. e ora in DVD.. hai ragione perfettamente in tutto ma continuo a preferire la semplicità del supporto cd/dvd anche se quest'ultimo è ancora più scarso di qualità rispetto al CD.. Bye

Larsenio Lupin III ha detto...

il NAS lo acquisti anche a meno di 2,000 euro, per un primo prezzo quello della LaCie Storage può bastare per un'esigenza più che comune e lavorativa: 2Tb di dati su gigabit E dischi con ridondanza. Bye

ML ha detto...

...infatti!